Risponde l'esperto
L' Avvocato risponde (vedi sito >>>)
Servizio offerto GRATUITAMENTE agli utenti di internetsavona che consente di contattare un professionista, che darà una risposta alle vostre domande

 
Data   Domanda
27-01-2015  
Egregio avvocato, un soggetto che ha la residenza e la casa di proprietà in un comune ma lavora in un altro comune ed è in fitto in un altro comune, secondo voi perde i benefici della “abitazione principale” ai fini fiscali. Grazie anticipatamente e distintamente vi saluto.
Salvatore
  Vedi
26-01-2015  
Gentilissimo avvocato
ho appena ristrutturato una casa indipendente ricostruendo completamente il terrazzo, il direttore dei lavori prevedeva un rivestimento in polipan isolante, gettata di catrame e rivestimento in chianche. A distanza di circa un anno in una stanza si sono formate sul soffitto, tantissime goccioline d'acqua, ed in più tante macchie verdi. Io, non so se i lavori sono stati eseguiti correttamente, poiché non ero presente. Di chi è la responsabilità, del direttore dei lavori o della ditta esecutrice? Posso chiedere alla ditta, il rifacimento del terrazzo a proprie spese, la medesima ditta tra circa un mese deve tornare a procedere e completare altri lavori. Ma se non volesse provvedere a risolvere la situazione a chi dovrei rivolgermi? Inoltre mi chiedo, ma tutta questa situazione non la dovrebbe risolvere il direttore dei lavori? Io e la mia famiglia nel frattempo non ci possiamo trasferire, sostenendo ancora ulteriori spese!
La ringrazio fin d'ora per la risposta che Vorrà inviarmi.
Cordialmente Sig.ra Vittoria
  Vedi
26-01-2015  
Buon giorno, la mia domanda riguarda un po' la situazione mia e di mio padre.Vorrei sapere se e' giusto che l'amministratore di un condominio dove mio padre ha un appartamento di proprieta' su cui non paga piu' nulla da vari anni, deve assillare me, mandandomi lettere tra l'altro in ufficio, per aver pagato le quote.Come mi posso difendere? l'appartamento e' di mio padre, devo risponderne io?
  Vedi
26-01-2015  
Buonasera Avvocato le espongo la mia domanda sono in procinto di vendere un appartamento dove vivono solo 2 inquilini il mio appartamento e tutto a norma compreso un condono legalizzato sia tecnicamente che economicamente verso il comune purtroppo l'altro inquilino mi minaccia sempre di farmi causa per quel condono che secondo lui non e' a norma ma la cosa piu' importante che infoma in modo negativo gli eventuali acquirenti dicendo che successivamente se la vedranno con lui anche legalmente facendomi perdere la vendita .Cosa posso fare ,come mi posso tutelare ? Grazie . Resto in attesa salutando cordialmente

Massimo

  Vedi
23-01-2015  
Buonasera Avvocato le chiedo se posso intervenire legalmente per violazione della privacy , perche' da circa una settimana continuano ad arrivare nella mia abitazione telefonate di pazienti che chiamando un medico per un appuntamento vengo indirizzati a contattare un numero che non e' quello dello studio ma quella della mia abitazione e' stata fatta segnalazione alla telecom e al diretto interessato di poter cambiare il numero di telefono ma nulla e' successo le lascio immaginare le chiamate che arrivano posso intervenire ? Cosa mi consiglia la ringrazio e la saluto cordialmente
Claudio
  Vedi
21-01-2015  
Scusi avvocato cosa significa in linea teorica, per l'accrescimento della quota di eredità giacente? considerato che sono trascorsi 20 anni dal decesso di mio fratello.
Grazie e cordiali saluti.

Lauro
  Vedi
20-01-2015  
Testamento manoscritto.
Buongiorno,
una mia zia, vedova, senza figli, senza padre madre, nonni e bisnonni, prima di morire fece testamento manoscritto di dare in eneredità tutti i suoi averi a mia madre. Ci sono, oltre a mia madre, altri due fratelli.
Questi due possono impugnare in qualche modo il testamento? A me non risulta, ma la gente parla e poi mi vengono i dubbi.
Distinti Saluti
Antonia
  Vedi

Vedi Anche:  
L' Avvocato risponde
 

 
Copyright © 1999-2015 All rights reserved.