Risponde l'esperto
L' Avvocato risponde (vedi sito >>>)
Servizio offerto GRATUITAMENTE agli utenti di internetsavona che consente di contattare un professionista, che darà una risposta alle vostre domande

 
Data   Domanda
28-11-2014  
Alla morte di mia moglie ho rinunziato alla eredità, che va tutta a favore di mia figlia-unica erede-. Ho l'usufrutto di una casa nella stessa città ove abito, data in affitto da circa dieci anni, il cui nudo proprietario è un mio nipote.
Posso usufruire del diritto di abitazione e continuare a vivere nella casa coniugale?
  Vedi
08-11-2014  
Mia madre è deceduta in luglio 2014.Sono unica erede, in quanto mio padre ha rinunziato alla eredità. Fra i beni caduti in successione vi è l'appartamento che mia madre mi ha fatto occupare dal 1982 in comodato gratuito. Chiedo se l'appartamento da me occupato verrà considerata prima casa e se l'appartamento occupato da mio padre rimarrà a lui di diritto. Grazie
  Vedi
01-11-2014  
Sono un dipendente pubblico con un piccolo procedimento penale in corso. Io usufruisco dei permessi della legge 104. Il mio precedimento sta passando in giudicato in appello, e perciò, vorrei sapere se io risultassi colpevole e nel frattempo mi trovassi in congedo straordinario della legge 104 sarei lo stesso licenziato?
  Vedi
28-10-2014  
Buongiorno Avvocato
sono proprietaria di un terreno e di un ex fabbricato rurale che ho regolarmente iscritto al catasto fabbricati come prevede la legge e pago l' IMU al comune. Un mio confinante mi ha chiesto di poter utilizzare il terreno per coltivare ortaggi e il fabbricato per deposito attrezzi impegnandosi a mantenere pulito il terreno senza alcun tipo di compenso. Il fatto che pago l'IMU mi tutela da un eventuale usucapione oppure serve una scrittura che attesti lo stato delle cose. Grazie per la cortese risposta.
  Vedi
28-10-2014  
buonasera, vi scrivo in merito a un fatto che mi è successo pochi giorni fa.chiaramente riassumerò il tutto.
il 17 ottobre sono stato minacciato di morte con un coltello di 25-30 cm (considerate minacce aggravate dal codice penale) da un cuoco che lavora in un locale, la cui cucina ha una finestra e una porta nel cortile del mio condominio che stanno per tutto il periodo di attività aperte. sono stato minacciato perchè è iniziata la discussione a causa delle continue immissioni di odori che quotidianamente pervadono casa mia e ledono il mio quieto vivere.

stupidamente mi sono recato all'interno del locale aperto al pubblico e ho iniziato a discutere ad alta voce col proprietario e, conclusa la discussione, ho detto ai commensali che nella cucina entrano i piccioni (che tra l'altro è vero). io ho gia sporto querela nei confronti del cuoco, ma ora che ci penso il proprietario potrebbe querelarmi per ingiurie (articolo 594 codice penale)? tuttavia il mio comportamento è stato indotto dalla continua lesione del mio quieto vivere e dalla minaccia di morte ricevuta dal suo cuoco, perciò potrei essere riconosciuto in stato d'ira (art 599 del codice penale)?

grazie del tempo dedicatomi
  Vedi
28-10-2014  
Mi perdoni Avvocato è sufficiente una scrittura privata? Grazie nuovamente.
  Vedi
26-10-2014  
Gent.mo avv. Cerulli ho chiesto, con raccomandata, all'amministratore una copia dell'elenco di tutte le spese sinora effettuate, ricavandole dal Registro di contabilità o da qualsiasi registro da lui tenuto. Non ho ricevuto alcuna risposta pur essendo passato oltre un mese dalla mia richiesta. Cosa posso fare? Mi devo rivolgere al magistrato per costringerlo a darmelo? Ma possibile che bisogna sempre subire il modo di fare di certi amministratori in ciò agevolati dalle nostre benedette leggi? La ringrazio per una eventuale risposta cordiali saluti.
  Vedi

Vedi Anche:  
L' Avvocato risponde
 

 
Copyright © 1999-2014 All rights reserved.