Risponde l'esperto
L' Avvocato risponde (vedi sito >>>)
Servizio offerto GRATUITAMENTE agli utenti di internetsavona che consente di contattare un professionista, che darà una risposta alle vostre domande

 
Data   Domanda
16-07-2014  
Mia figlia conviveva con 1 ragazzo il quale le ha prestato dei soldi per l'acquisto della cucina.Finita la relazione lei ha rilasciato a lui una dichiarazione nella quale lei si impegnava a restituire la somma.Che valore legale ha tale scrittura e lei da tale somma può detrarre spese forfettarie quali affitto.luce,gas e comodità varie di cui lui ha usufruito in casa di mia figlia?
  Vedi
03-07-2014  
Buongiorno, qualche tempo fa mi è stata emessa una fattura molto gonfiata da un carrozziere. All'inizio mi ero rifiutato di eseguire il pagamento poichè si tratta di una truffa.
Successivamente mi è arrivato un decreto ingiuntivo. L'avvocato che mi ha seguito mi ha consigliato di pagare poichè non c'erano le basi per esporre un ricorso efficace...
Ho pagato tutto e di più a questo punto. Ora sono già passati i 40gg dopo i quali potevano procedere con eventuali pignoramenti.
Posso stare tranquillo a questo punto? E' vero che una volta pagato fattura e spese varie non bisogna comunicare nulla al giusdice? Posso pretendere una copia della fattura quietanzata? In mia mano ci sono le carte di ricezione degli assegni da parte dell'altro avvocato.
Grazie e Distinti Saluti
Paolo
  Vedi
01-07-2014  
Salve ..vorei cortesemente porre una domanda...circa 15 giorni fa mi sono recato all usl a fare il vaccino obligatorio quello dei 5 anni a mia figlia.....dopo circa 14 giorni mi chiama la scuola perche gli era comparsa una macchia viola sotto il mento ..chiamate piu professionalmente petecchie dalla dottoressa...cmq urgentemente mi precipito al prontosoccorso e gli fanno le analisi dell emocromo e le piastrine erano basse molto basse hanno deciso di ricoverarla e fargli delle trasfusioni endovena di imoglobina ...dopp 2 giorni i valori sono saliti...parlando con la dottoressa e chiedendogli la causa ..mi ha risppsto che molto sicuramente e stato provocato dal vaccino che ha fatto ....e che questi lavaggi endovena di imoglobina hanno una durata corca di 25/28 giorni e quindi deve essere sempre sotto controllo..ora mi chiedo gia siamo stati fortunati che le maestre se ne sono accorti dalle evidenti macchioline viola sotto il mento e mi sono precipitato al prontosoccorso ...e che se comparivano altrove e nn si accorgeva in tempo la bambina poteva tagliarsi e dato le piastrine basse poteva avere qualche rischio emorragico...ora spero che uesta storia sia finita qui ...pero se nn fosse? E visto che deve essere sempre sotto controllo anche visto la paura e ansia che capisce adesso noi genitori che abbiamo ..come devo comportarmi??? Cosa posso fare visto che la causa e del vaccino? Vi ringrazio anticipatamente se potreste delucidarmi sulla questione ...grazie
  Vedi
30-06-2014  
Buongiorno avvocato, il mio padrone di casa mi vuole sfrattare per morosità perchè ho saltato il pagamento del mese di giugno (ho preso mezzo stipendio)e perchè il mese di aprile ho potuto versargli solo mezza mensilità, mi ha mandato una raccomandata in cui mi intima a lasciare l'appartamento immediatamente nonostante la causa in tribunale sia fissata per il 28 luglio 2014.
Contando che ho intenzione di pagare questo mese l'affitto arretrato di giugno e quello del mese corrente e di richiedere comunque il termine di grazia per il restante debito di euro 250, devo lasciare l'appartamento prima della convalida del eventuale sfratto in sede processuale o non ha alcun diritto di chiedermelo?
Se lo sfratto non venisse convalidato dal giudice lui potrebbe legalmente sciogliere anticipatamente il contratto?
In attesa di una Sua gentile risposta Le mando i miei più cordiali saluti!
  Vedi
25-06-2014  
Salve sono sposata in separazione di beni.Dovendo fare l'atto notarile per l'acquisto di 1 appartamento in cui ci siamo trasferiti e a fronte del quale io ho partecipato in percentuale maggiore,come posso cautelarmi per un futuro per vantare più diritti?grazie
  Vedi
21-06-2014  
Gentile avvocato l’assemblea ha deliberato che l'amministratore debba procurarsi i preventivi relativi alla sostituzione dell'infisso del portone e alla ristrutturazione dell'androne( ma il portone, l'androne, come devono essere fatti, chi sceglie il materiale, la tinta e così via..) i condomini, che sono i proprietari e che alla fine devono pagare, non hanno alcun diritto o interesse a cercare preventivi? Che cosa dice la legge in proposito? E poi, se la legge consente anche ai condomini volenterosi o che conoscono qualche ditta come si fa a chiedere alle ditte i preventivi se non è stato approntato non dico un capitolato ma almeno un disegno, uno schizzo. Posso io condomino chiederli all’amministratore? E se questi si rifiuta o non risponde alla mia richiesta che posso fare? Invalidare l’assemblea? E le costose spese legali? Attendo fiducioso una Sua chiarificatrice risposta e ringraziandola Le porgo i miei cordiali saluti.
  Vedi
10-06-2014  
Gentilissimo avvocato, mi rivolgo a Lei in quanto io e mia sorella ci troviamo in una situazione disperata. Siamo ambedue residenti all'estero e abbiamo un padre anziano di 82 anni residente a Savona, che ha bisogno di essere accudito continuamente in quanto non piu autosufficiente. Soffre di un ischemia importante a livello cerebrale e non ragiona piu in modo lucido. In gennaio gli abbiamo recato visita dietro segnalazione di parenti e lo abbiamo trovato in condizioni pietose. Abbiamo cercato al meglio di aiutarlo durante i nostri 20 giorni di visita e prima della nostra partenza abbiamo dato l'incarico provvisoria di provedere a lui a un nostro cugino e la sua fidanzata. Sono 4 mesi che cercano di fare il possibile per lui ma sta diventando sempre piu ingestibile in quanto la sua salute e peggiorato significativamente (si e perso in città per ben 2 volte senza sapere come ritornare a casa e in stato confusionale ove la polizia mi aveva contattata). Abbiamo fatto domanda per un amministratore di sostegno e ci sarà un udienza dal giudice il 26 di questo mese. Anche i servizi sociali sono al corrente della situazione, ma non sono stati di grande aiuto. Ora mi chiedo cosa possiamo fare noi, non essendo in grado di badare a lui? Attualmente mi trovo nella situazione di essere disoccupata e quindi anche impossibilitata di poterlo andare a trovare. Non avrebbe il comune in un caso come questo l'obbligo di sforzare un ricovero in una struttura dove possa venire accudito oppure la responsibilità grava tutta sulle nostre spalle???? La ringrazio anticipatamente per la sua gentile risposta.
  Vedi

Vedi Anche:  
L' Avvocato risponde
 

 
Copyright © 1999-2014 All rights reserved.